AVERS.it

Covid-19

La pandemia di COVID-19 del 2019-2020, comunemente indicata come pandemia o epidemia di coronavirus, è una pandemia della malattia respiratoria  COVID-19 causata dal coronavirus SARS-CoV-2. L’epidemia ha avuto gravi ed importanti ripercussioni sulla salute, sulle abitudini giornaliere, sull’economia e su molti altri aspetti della popolazione italiana e del resto del mondo. 

A novembre 2020, su oltre 50 milioni di contagi nel mondo, sono stati registrati poco più di 1,2 milioni di morti.

Principali misure di prevenzione da contagio:  

Covid-19: la situazione in Italia

Fonte: Ministero della Salute

 

Dal 4 novembre 2020 la regione PUGLIA è classificata come:

AREA GIALLA – RISCHIO MEDIO

Tuttavia il comune di San Nicandro Garganico, secondo le disposizioni del Presidente della regione, è stato dichiarato

area arancione“.

Ecco le principali misure di contenimento da rispettare nelle aree gialle, arancioni e rosse del territorio italiano.
Per info e aggiornamenti sulla situazione consulta la sezione dedicata del Ministero della Salute.

AUTOCERTIFICAZIONE

Segui il link per compilare e scaricare l’autocertificazione per gli spostamenti fuori dal proprio comune o all’interno del proprio comune nella fascia oraria 22:00/5:00 (Fonte autocertificazione: Ministero dell’Interno)

 


Rientro in Puglia:

Per permettere alla task force regionale di esercitare le attività di sorveglianza epidemiologica, le persone che fanno ingresso in Puglia da Stati esteri devono:

  • compilare il modulo di autosegnalazione, secondo le istruzioni 
  • scaricare il modulo e inviarlo al proprio medico curante, se si è residenti in Puglia, oppure all’ASL della prima provincia pugliese in cui si soggiornerà

Non deve compilare il modulo chi fa ingresso in Puglia per esigenze lavorative, per motivi di salute, per ragioni di assoluta urgenza, nonché per il transito e trasporto delle merci alla filiera produttiva da/per la Puglia.

Ordinanza n.245 del 2 giugno 2020 del Presidente della Regione Puglia

Le persone che rientrano dall’estero sono tenute all’osservanza delle misure nazionali previste dal Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre e dall’Ordinanza del Ministero della salute del 4 novembre 2020.

Chi rientra da Belgio, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna, oltre ad autosegnalarsi, deve effettuare un tampone entro 48 ore dall’ingresso. Fino all’esito del test, è necessario osservare l’isolamento fiduciario.
I dettagli sono nella sezione Coronavirus – Sintomi, contratti stretti e positività e Coronavirus – Tamponi.

Per informazioni contattare il numero verde attivo tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00

numero verde
800 713 931

Dall’estero: 0039.080.3373398

Chiarimenti sulle disposizioni relative agli ingressi in Puglia a partire dal 3 giugno

Precisazioni sull’autosegnalazione:

  1. Per i nuclei familiari è sufficiente compilare un unico modulo a nome di un rappresentante maggiorenne del nucleo familiare, indicando nel campo apposito la numerosità del nucleo familiare.
  2. Nel modulo di autosegnalazione bisognerà indicare solo il comune ed indirizzo della prima località in cui si sia soggiornato. I successivi spostamenti saranno annotati nell’elenco dei luoghi visitati.
  3. Il modulo di autosegnalazione andrà compilato per qualsiasi soggiorno che abbia previsto almeno un pernottamento.
  4. Il modulo di autosegnalazione potrà essere stampato in forma cartacea o conservato in formato PDF digitale e conservato per tutta la durata del soggiorno.
  5. L’elenco dei luoghi visitati è un documento riservato e personale che dovrà essere esibito esclusivamente alle autorità sanitarie in caso si sia coinvolti in una indagine epidemiologica per il tracciamento dei contatti di un caso COVID-19 confermato. Nell’elenco andranno annotati tutti i luoghi visitati (bar, ristoranti, spiagge, attrazioni culturali, ecc.) e le persone che si sono frequentate e di cui conosciamo l’identità, in maniera appunto, di facilitare l’azione mnemonica in caso di indagine epidemiologica. Allo scadere dei trenta giorni il documento, sia esso cartaceo (una agendina) che digitale (una nota su supporto informatico), può essere distrutto.
  6. Le strutture ricettive ricorderanno ai visitatori gli obblighi contenuti nella su menzionata ordinanza attraverso la distribuzione di depliant o l’affisione di poster informativi messi a punto dalla Regione Puglia.
  7. L’utilizzo della app IMMUNI sul territorio regionale è fortemente raccomandata, a complemento delle attività di facilitazione del tracciamento incluse nella su menzionata ordinanza.